Home
La chiesa di Sant'Antuono
Gli affreschi
I monaci antoniani
Le chiese rupestri
Visita Oppido
Crediti

 

Convento francescano di Sant’Antonio da Padova

Fondato nel 1482 da Francesco Zurlo, all’epoca Signore di Oppido Lucano, comprende la Chiesa, realizzata probabilmente nello stesso periodo di edificazione del convento e composta da due navate e da un presbiterio quadrato. La struttura, ospita realizzazioni artistiche di notevole interesse.
Il ciclo di affreschi di Giovanni Todisco, relativi ad episodi tratti dal Vecchio e da Nuovo Testamento, si presentano in tre sale successive. In ogni stanza sono stati realizzati: un episodio del Vecchio Testamento e due episodi del Nuovo.

Nella prima stanza possiamo ammirare:

> Nabucodonosor e i tre fanciulli alla fornace;
> La guarigione dello storpio;
> La resurrezione di Lazzaro:


Nella seconda sala troviamo:


> Giuditta e Oloferne;
> Cristo e la Samaritana;
> Cristo e l’adultera.


Nella terza sala:


> La caduta della manna;
> La guarigione del cieco;
> La guarigione del paralitico.


Lo stile del Todisco è realistico ma non privo di eleganza, molto attento ai costumi contemporanei e alla riproduzione del paesaggio e delle strutture architettoniche, descritte in maniera raffinata e di garbo.
É possibile ammirare, inoltre, due opere del pittore Antonio Stabile:


> Il trittico con la Vergine, Cristo e San Giovanni bambino, affiancata dalle Sante Maddalena e Caterina e sormontato dalla Trinità.
> Il polittico, costituito da due ordini di immagini.

Nell’ordine inferiore troviamo la Madonna con Bambino accanto ai Santi Francesco eAntonio, nell’ordine superiore troviamo nella pala centrale la Resurrezione, collocatatra San Giovanni Battista e Santa Maria Maddalena. Nelle tre lunette superiori troviamo l’Eterno Padre, accanto alle Sante Lucia e Caterina d’Alessandria.

Torna indietro